Due gol di Mariano non bastano al SGA contro il Susegana.

San Giuseppe 2-2 Susegana

Reti: Mariano, Mariano (SGA) – Fregonese, Campion (SUS)
Formazione: Manfrin, Farronato, Ferrarese, Zaupa, Beraldo, Zuin, Dozzo, Vincenzi, Liberali, Rigato, Mariano.
A disp.: Pavan, Zanatta, Rizzante, Giangravè, Cortina, Bullo, Luongo, De Bei.
All.: Petruzzi




Partita importante per il San Giuseppe quella di lunedì scorso al Santa Bona Stadium, servono punti, punti importanti in vista dello scontro diretto contro il Villa Guidini tra due settimane.
Match che inizia sottotono per i locali in maglia biancoverde che soffrono le accelerate del numero 10 celeste sulla fascia sinistra. La prima volta si accentra bene e conclude con un destro debole dal limite, la seconda semina il panico in area e a tu per tu con Manfrin svirgola verso la bandierina, complice un rimbalzo anomalo. Al 15° coach Petruzzi opera un cambio tattico: la squadra ha bisogno di maggior velocità di palleggio in mezzo al campo e più sostanza in attacco così decide di arretrare Liberali sulla mediana con Dozzo e alzare Vincenzi a fare la boa con Rigato e Mariano, scelta azzeccatissima, da qui in poi vedremo un’altra partita. È proprio Vincenzi ad avere la prima occasione per il San Giuseppe che si libera bene in area e scarica un destro potentissimo che si stampa alto sul primo palo, portiere avversario immobile che non può far altro che ringraziare la dea bendata. I ragazzi di casa prendono campo e sugli svolgimenti di un’azione offensiva dal centro-destra, trovano l’imbucata per Mariano che di sinistro incrocia bene e batte il portiere. 1-0 e si va al riposo senza altri sussulti.
Nella ripresa partono forte i locali che sfiorano il gol di testa prima con Vincenzi e poi con il neo entrato Bullo, per l’infortunato Rigato. Il secondo gol nasce da una respinta corta della difesa del Susegana su cui si avventa nuovamente Mariano, tiro al volo di sinistro, deviazione involontaria di un difensore, portiere spiazzato e 2-0. Gol che potrebbero diventare tre quando Bullo dal limite decide di calciare ma senza la forza necessaria per battere l’estremo difensore. Sembrerebbe tutto fatto per i locali ma a 10’ dal termine arriva la doccia gelata; palla a scavalcare la difesa che trova Fregonese, in posizione irregolare, l’arbitro lascia proseguire e il numero 11 indirizzato in porta accorcia le distanze, 2-1.
Le emozioni non finiscono qui perché i biancoverdi potrebbero chiuderla quando Luongo dalla sinistra trova in area Bullo, l’attaccante si gira bene sul suo piede ma calcia sul portiere ospite.
A 2’ dalla fine altra doccia gelata, l’arbitro fischia un calcio di rigore dubbio a favore degli ospiti per un leggero contatto in area tra Ferrarese e Campion, è lo stesso numero 10 che va sul dischetto e trasforma mettendo la palla sotto l’incrocio alla sinistra di Manfrin.
Partita che finisce col risultato di 2-2 e padroni di casa che vengono agganciati dall’Aston Villa Guidini a quota 29 punti. Ora testa a Noventa per arrivare allo scontro diretto nel miglior modo possibile.

Un augurio particolare da parte di tutta la squadra va a Lorenzo Rigato, ancora vittima di un infortunio alla caviglia nella speranza che non sia nulla di grave e che possa tornare il prima possibile.

FORZA LOLLO

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *