4-1 al Castello: una vittoria che vale il secondo posto.

San Giuseppe 4-1 Castello

Reti: Mariano, Liberali, Mariano, Zanatta.

Formazione: Manfrin, Beraldo, Coppe, Farronato, Gasparini, Liberali, Zuin, Briganti F., Rigato, Bullo, Mariano.

A disp.: Pavan, Valcarenghi, Rizzante, Giangravè, Cortina, Ferron, Luongo, Zanatta, Vincenzi.

All.: Petruzzi

San Giuseppe che vuole proseguire la striscia positiva iniziata con il 3-0 allo Scorzè e match importantissimo per riprendersi la seconda posizione. Padroni di casa che partono forte e vanno in gol con Mariano alla prima occasione: lancio di Gasparini, il centrale difensivo ospite va a vuoto, la palla termina sui piedi di Mariano che riesce a liberarsi della marcatura e conclude col mancino, diagonale chirurgico sul secondo palo. Passano pochi minuti e arriva anche il raddoppio biancoverde: ottima sponda di Bullo a centrocampo per Briganti F. che trova lo spazio per servire Liberali lanciato verso la porta e a sua volta mette in mezzo per l’accorrente Mariano; l’attaccante non trova l’impatto col pallone per l’intervento del portiere che respinge sui piedi di Mariano appoggio per Liberali che a questo punto deve solo spingerla dentro per il 2-0 a portiere battuto. Gli ospiti non creano molte occasioni ma cercano comunque di giocarsela alla pari con una buona circolazione di palla. Nel secondo tempo arriva però la doccia gelata, Mariano raccoglie un pallone al limite dell’area, non trova lo spiraglio per servire Bullo e decide di calciare in porta sempre col mancino, questa volta la conclusione è smorzata sul primo palo e inganna il portiere ospite ancora una volta incolpevole. Doppietta per il 10 del San Giuseppe che potrebbe diventare una tripletta quando, su una punizione battuta forte e rasoterra da Bullo, il numero 1 ospite respinge al centro e viene beffato in tuffo di testa ma per il direttore di gara è fuorigioco. La partita è tutta in discesa per i locali complice anche l’espulsione di uno dei centrali difensivi che reagisce al fallo subito da parte di Valcarenghi (ammonito), l’arbitro vede tutto e lo manda sotto la doccia. Il San Giuseppe si adagia e alla prima distrazione viene punito; l’arbitro fischia un calcio di rigore al Castello per un presunto tocco di mano di capitan Farronato sul dischetto va il numero 10 che batte Manfrin con una conclusione potente. A pochi minuti dal termine la chiude definitivamente Zanatta, che recupera palla a centrocampo e lancia Granello che libera il destro in diagonale, sulla  respinta dell’estremo difensore si fionda per primo nuovamente Zanatta che di piattone insacca il 4-1. Altra vittoria convincente per i ragazzi di Petruzzi che complice il pirotecnico 4-4 tra Lovadina e Villa Guidini, rosicchiano 2 punti alla capolista e si portano al secondo posto in solitaria a -3 dalla vetta.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *