Categoria: Uncategorized

4 gol al Fossalta. Si va allo spareggio!!!

San Giuseppe 4-1 Fossalta

Reti: Bullo, Liberali, Zuin, Mariano.

Formazione: Manfrin, Farronato, Coppe, Scardellato, Gasparin, Liberali, Zuin, Briganti F., Mariano, Rigato, Bullo.

A disp.: Luongo, Valcarenghi, Rizzante, Granello, Cortina, Ferrarese, De Bei, Vincenzi, Fermi.

All.: Petruzzi

Ultimo atto del campionato che vede i biancoverdi ospitare in casa il Fossalta che, nell’incontro di andata ha fermato il San Giuseppe sul 2-2 in una delle partite più difficili della stagione.
Ospiti che partono bene e vanno vicinissimi al gol, ma è il salvataggio sulla linea di porta di Gasparin a tenere la squadra di casa a galla.
Pochi minuti dopo una splendida azione porta al gol del vantaggio del il San Giuseppe; Liberali salta due avversari, la palla arriva a Rigato che dalla trequarti lascia partire una sventagliata per Bullo, che controlla non benissimo ma riesce comunque a calciare al volo di sinistro, beffando il portiere con una parabola imprendibile.
Il raddoppio arriva ancora sull’asse Bullo-Liberali; il 9 biancoverde entra in area non trova lo spazio per calciare e mette in mezzo un pallone sul dischetto del rigore che Liberali è bravo ad angolare alla sinistra del portiere. Si va al riposo sul 2-0 senza altri sussulti e al rientro in campo sono ancora i locali a trovare la via del gol; Rigato lanciato a rete da Briganti F. prova a saltare l’estremo difensore ma il suo controllo è troppo lungo ed è costretto ad allargarsi ed attendere l’inserimento di un compagno, inserimento che arriva puntuale da parte di Zuin che col piattone destro spiazza il portiere e insacca per il 3-0.
Non passa molto e Mariano uno contro uno col portiere trova la quarta rete per l’SGA e risultato ormai messo al sicuro.
Pochi minuti dopo arriva il gol della bandiera per il Fossalta che sfrutta un’indecisione difensiva e trova la rete del 4-1.
Nel finale potrebbe arrivare anche il quinto gol per i biancoverdi, De Bei trova Ferrarese sulla sua destra, lo mette a tu per tu col portiere ma si lascia ipnotizzare dal numero 1 ospite.
Vittoria importantissima, che permette ai ragazzi di Petruzzi di chiudere in testa alla classifica e di andarsi a giocare, l’ultimo capitolo di una stagione bellissima, nello spareggio contro il Villa Guidini, in cui verrà assegnato il titolo di questa serie A.
Appuntamento al 20 Maggio, ore 21:00 sul campo neutro di Padernello.

Il San Giuseppe cala la “manita”. Bullo né fa tre e primo gol anche per De Bei.

San Giuseppe 5-1 Boys Paese

Reti: Bullo, Bullo, Bullo (R), Liberali, De Bei.

Formazione: Manfrin, Beraldo, Coppe, Scardellato, Gasparin, Fermi, Zuin, Briganti F., Mariano, Luongo, Bullo.

A disp.: Pavan, Valcarenghi, Rizzante, Granello, Liberali, Ferron, De Bei, Zanatta, Rigato.

All.: Petruzzi

A quattro giornate dal termine del campionato sono vietati passi falsi. Il San Giuseppe ospita i vicini di casa del Boys Paese in uno scontro che sa di derby. Complice il rinvio della partita fra Noventa e Villa Guidini i ragazzi di Petruzzi sono obbligati a vincere per restare in testa alla classifica e giocarsela fino in fondo. Con un po’ di difficoltà i biancoverdi riescono a trovare il gol del vantaggio, sfruttando al meglio un errore in disimpegno del portiere ospite; pressato da Bullo, gli rinvia addosso, l’attaccante se l’aggiusta e da pozione defilata tira a giro sul secondo palo e trova la rete. Gli ospiti reagiscono subito e trovano il pareggio con un stupendo, ma anche fortunato; calcio di punizione dal limite dell’area, la deviazione della barriera spiazza Manfrin che viene preso in controtempo. Il raddoppio del SGA arriva ancora con Bullo, bravo a sfruttare ancora una volta un intervento errato da parte della difesa ospite e battendo il portiere con un pallonetto. Alla mezz’ora Luongo lascia sul posto l’avversario e si invola sulla fascia, entra in area e viene steso con un intervento in scivolata, calcio di rigore e sul dischetto si presenta Bullo che trasforma. Tripletta che potrebbe diventare poker pochi minuti dopo quando, sul traversone di Zuin svetta di testa il Pampa che non trova lo specchio della porta ma l’accorrente Bullo e a sua volta insacca al volo, per l’arbitro però l’attaccante è in netto fuorigioco. Si va al riposo sul risultato di 3-1. La squadra di casa riparte forte e vuole chiuderla. Ci riprova col solito Bullo che tenta nuovamente in pallonetto di battere il portiere, la palla si sbatte sul palo e attraversa tutta la porta, sulla respinta si lancia in scivolata ancora il Pampa ma la sua zampata termina fuori di poco. Mr. Petruzzi opera i primi cambi e proprio questi confezionano il 4-1; palla filtrante per Valcarenghi che vede il portiere uscire e decide di calciare, l’estremo difensore riesce a respingere il pallone che termina tra i piedi di Liberali e segna la sua ottava rete stagionale. Allo scadere c’è gloria anche per Davide de Bei che sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra, si smarca bene e appoggia in solitaria col mancino, è 5-1 e primo gol stagionale per lui. La partita termina dopo tante emozioni e finalmente dopo un anno di astinenza Matteo Bullo raggiunge, grazie alla tripletta messa a segno, il traguardo dei 100 gol.

4-1 al Castello: una vittoria che vale il secondo posto.

San Giuseppe 4-1 Castello

Reti: Mariano, Liberali, Mariano, Zanatta.

Formazione: Manfrin, Beraldo, Coppe, Farronato, Gasparini, Liberali, Zuin, Briganti F., Rigato, Bullo, Mariano.

A disp.: Pavan, Valcarenghi, Rizzante, Giangravè, Cortina, Ferron, Luongo, Zanatta, Vincenzi.

All.: Petruzzi

San Giuseppe che vuole proseguire la striscia positiva iniziata con il 3-0 allo Scorzè e match importantissimo per riprendersi la seconda posizione. Padroni di casa che partono forte e vanno in gol con Mariano alla prima occasione: lancio di Gasparini, il centrale difensivo ospite va a vuoto, la palla termina sui piedi di Mariano che riesce a liberarsi della marcatura e conclude col mancino, diagonale chirurgico sul secondo palo. Passano pochi minuti e arriva anche il raddoppio biancoverde: ottima sponda di Bullo a centrocampo per Briganti F. che trova lo spazio per servire Liberali lanciato verso la porta e a sua volta mette in mezzo per l’accorrente Mariano; l’attaccante non trova l’impatto col pallone per l’intervento del portiere che respinge sui piedi di Mariano appoggio per Liberali che a questo punto deve solo spingerla dentro per il 2-0 a portiere battuto. Gli ospiti non creano molte occasioni ma cercano comunque di giocarsela alla pari con una buona circolazione di palla. Nel secondo tempo arriva però la doccia gelata, Mariano raccoglie un pallone al limite dell’area, non trova lo spiraglio per servire Bullo e decide di calciare in porta sempre col mancino, questa volta la conclusione è smorzata sul primo palo e inganna il portiere ospite ancora una volta incolpevole. Doppietta per il 10 del San Giuseppe che potrebbe diventare una tripletta quando, su una punizione battuta forte e rasoterra da Bullo, il numero 1 ospite respinge al centro e viene beffato in tuffo di testa ma per il direttore di gara è fuorigioco. La partita è tutta in discesa per i locali complice anche l’espulsione di uno dei centrali difensivi che reagisce al fallo subito da parte di Valcarenghi (ammonito), l’arbitro vede tutto e lo manda sotto la doccia. Il San Giuseppe si adagia e alla prima distrazione viene punito; l’arbitro fischia un calcio di rigore al Castello per un presunto tocco di mano di capitan Farronato sul dischetto va il numero 10 che batte Manfrin con una conclusione potente. A pochi minuti dal termine la chiude definitivamente Zanatta, che recupera palla a centrocampo e lancia Granello che libera il destro in diagonale, sulla  respinta dell’estremo difensore si fionda per primo nuovamente Zanatta che di piattone insacca il 4-1. Altra vittoria convincente per i ragazzi di Petruzzi che complice il pirotecnico 4-4 tra Lovadina e Villa Guidini, rosicchiano 2 punti alla capolista e si portano al secondo posto in solitaria a -3 dalla vetta.

0-3 in casa dello Scorzè per SGA e primo gol di Ferron che sa di liberazione.

DDC Scorzè 0-3 San Giuseppe

Reti: Briganti F., Ferron, Liberali

Formazione: Manfrin, Beraldo, Coppe, Farronato, Gasparini, Vincenzi, Briganti F., Liberali, Cortina, Luongo, Mariano.

A disp.: Pavan, Valcarenghi, Rizzante, Giangravè, Ferron, Scardellato, Rigato, De Bei.

All.: Petruzzi

Martedì sera a Sambughè è andato in scena il posticipo del 17° turno di campionato. Il San Giuseppe è costretto a vincere per non perdere contatto con la testa della classifica, tutte le altre contendenti la sera precedente hanno portato a casa i tre punti.
Petruzzi opta per un cambio modulo (4-3-1-2), con Vincenzi e Liberali in mezzo al campo a dar manforte a Briganti, Cortina nel ruolo di fantasista pronto ad inventare per le due punte Luongo e Mariano.
La partita sembra abbastanza contratta nei primi minuti, entrambe le squadre faticano a trovare la via della porta; le uniche occasioni dei locali arrivano con tiri dalla distanza e qualche traversone controllato senza problemi dalla difesa biancoverde.
Il San Giuseppe invece sembra avere la partita sotto controllo e cerca la via della porta senza affanno; la prima occasione è per Cortina che riceve un cross dalla destra sul secondo palo e calcia al volo in diagonale, di li a poco lascerà il campo a causa di un infortunio muscolare, al posto suo Rigato con conseguente passaggio al 4-3-3. Dopo qualche tentativo su calcio di punizione e con tiri da fuori nasce l’azione più pericolosa del primo tempo: Mariano in percussione centrale, pressato da due avversari trova uno spiraglio per servire Luongo al limite dell’area che per un secondo pensa al tiro ma apre invece per l’accorrente Liberali sulla destra, il classe ’96 si mette in proprio e dopo aver saltato due avversari tira in porta ma trova l’ottima respinta del portiere. Su questa si fionda il Pampa che lascia partire un diagonale preciso diretto sul secondo palo, ma la deviazione del muro difensivo disinnesca il pericolo permettendo di liberare l’area, allora ci prova Vincenzi che controlla il rinvio della difesa e calcia al volo da fuori sorvolando di poco la traversa. Le due squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-0.
Al rientro in campo l’SGA aumenta il ritmo e prima Briganti e poi Luongo in scivolata non riescono a trovare la via del gol. Gol che arriverà un paio di minuti dopo quando Liberali trova l’imbucata per Briganti che con un tocco di punta anticipa portiere e difensori, 0-1.
Lo Scorzè accenna ad una timida reazione e ci prova con una serie di calci d’angolo che manda in leggero affanno i biancoverdi.
Qualche minuto dopo è di nuovo il Pampa a provarci dalla distanza ma il suo tiro è potente e non centra la porta. Petruzzi inizia la consueta girandola di cambi nel tentativo di chiudere la partita e qui la mossa di inserire Ferron che risulterà poi decisiva. L’arbitro assegna un calcio di rigore per fallo di mano, sul dischetto va Mariano che angola bene ma il suo tiro è debole, sulla respinta del portiere si fionda Coppe e con un colpo di tacco impedisce al pallone di uscire trovando Ferron che di prima insacca il gol dello 0-2. Il terzo gol nasce da una triangolazione tra Liberali e il neo-entrato Valcarenghi che pesca Elia defilato sulla destra dentro l’area e conclude con un diagonale preciso di destro.
I tre punti erano di fondamentale importanza in vista del duro finale di stagione e per concludere un periodo negativo, adesso testa a lunedì prossimo dove al Santa Bona Stadium arriverà il Castello.

#WeAreSGA

Pareggio “sterile” contro il Real Noventa

Real Noventa 0-0 San Giuseppe

Reti:

Formazione: Pavan, Ferrarese, Coppe, Vincenzi, Beraldo, Zuin, Briganti F., Zanatta, Liberali, Bullo, Mariano.

A disp.: Farronato, Valcarenghi, Rizzante, Giangravè, Cortina, Scardellato, Luongo, De Bei.

All.: Petruzzi

Prima partita senza reti per i ragazzi di Mr. Petruzzi contro il Real Noventa, ma non priva di emozioni. Biancoverdi che si vedono sorpassare in classifica dall’Aston Villa Guidini ad una settimana dallo scontro diretto di Lunedi 25 Marzo al Santa Bona Stadium. SGA che si presenta con diverse novità in formazione: in porta dal primo minuto Enrico Pavan alla sua prima presenza da titolare, Zanatta a completare il centrocampo a quattro disegnato da Petruzzi e davanti torna Bullo dopo dieci mesi dall’ultima presenza da titolare in partite ufficiali. La prima occasione è per i locali che provano a impensierire gli ospiti, ma la conclusione si spegne a lato senza impegnare Pavan. Al 14′ sale in cattedra il San Giuseppe: bella palla in profondità di Briganti F., pesca Bullo in posizione regolare sulla linea del fuorigioco ma il numero 9, a tu per tu col portiere, spara a lato complice un infortunio che di li a pochi minuti lo costringerà a lasciare il campo di gioco. Pochi minuti dopo è Zanatta a recuperare un bel pallone sulla sinistra, manda in porta Mariano ma anche lui scarica il sinistro sul lato esterno della rete. Partita che non si sblocca e al 22′ Bullo è costretto a lasciare il campo, al suo posto entra Davide de Bei. Ancora un’occasione per Mariano che questa volta centra lo specchio della porta e batte il portiere, ma il difensore avversario salva in extremis. Nel secondo tempo la partita si fa nervosa ed è ancora il San Giuseppe a rendersi pericoloso con una conclusione da fuori di Zuin, ma il tiro è debole e non trova lo specchio della porta. Pochi minuti dopo la palla del vantaggio biancoverde capita sui piedi di Liberali che lanciato a rete controlla bene ma non riesce ad angolare abbastanza il tiro. Subito dopo ancora una buona triangolazione tra Mariano e Liberali, portiere battuto ma altro salvataggio sulla linea del difensore locale. Al triplice fischio c’è molto rammarico per non aver conquistato i 3 punti. Terzo pareggio consecutivo per i ragazzi del San Giuseppe che adesso hanno bisogno di invertire la rotta in vista del finale di stagione.

#WeAreSGA

San Giuseppe – Lovadina : Un punto per muovere la classifica

Lovadina 2 San Giuseppe 2

Reti: Zuin, Briganti F.
Formazione: Manfrin, Farronato, Scardellato, Coppe, Gasparini, Zuin, Dozzo, Briganti F., Liberali, Beraldo, Mariano
A disp.: Pavan, Zanatta, Zaupa, Ferrarese, Cortina, Rizzante, Vincenzi, Luongo, De Bei
All.: Petruzzi

Si svolge a Lovadina la seconda giornata di ritorno tra i padroni di casa e il San Giuseppe. Lovadina che dopo una partenza di campionato con il freno a mano tirato, nelle ultime giornate ha ripreso il suo solito trend positivo di ogni anno portandosi a 6 punti dalla capolista. Dall’altra parte il San Giuseppe reduce dalla vittoria di misura con il Varago continua a rimanere in testa alla classifica. La partita inizia con un Lovadina più compassato e gli ospiti a provare a far girar palla per trovare l’imbucata giusta, ma al 10° minuto a passare in vantaggio sono i locali con un lancio lungo che trova impreparata la difesa bianco verde e dopo l’ottima respinta di Manfrin su tiro ravvicinato, il numero 9 insacca il più semplice dei tap in. Il San Giuseppe arretra un po’ il baricentro ma senza mai rischiare troppo e al 25° trova il gol del pareggio. Calcio di punizione da posizione defilata di Zuin che con un gran destro trova il gol dell’ 1 a 1. I biancoverdi prendono coraggio e si rifanno sotto macinando gioco, senza però trovare la via del gol. Si va quindi al riposo sul risultato di parità. Nella ripresa Mariano è costretto a lasciare il campo causa infortunio, ma il San Giuseppe mantiene il pallino del gioco rischiando poco se non in qualche lancio lungo che però non porta a nessun esito. Al 20° ecco il vantaggio ospite con un’incursione di Briganti che da dentro l’area di rigore di sinistro piazza la palla a fil di palo portando il risultato sul 2 a 1 per i ragazzi di Mr. Petruzzi. La gara sembra in controllo degli ospiti ma da un calcio di punizione battuto troppo rapidamente, scatta il contropiede del Lovadina con l’attaccante che entra in area di rigore dalla sinistra e piazza il pallone dove Manfrin non può arrivare. 2 a 2 che si protrae cosi fino al triplice fischio dell’arbitro.

Nonostante il pareggio buona la prova dei nostri ragazzi che mantengono la testa della classifica in solitaria, in attesa del risultato di stasera tra lo Scorzè e il Castello che in caso di vittoria si porterebbe a pari punti.

#WEARESGA

SGA TALK : LIBERALI ELIA

Ciao Elia, come prima cosa ti diamo il ben tornato dopo una pausa dai campi di gioco.
Come ti senti dopo l’operazione ?
Grazie Gian! Ormai sono passati più di 4 mesi, non è stata un’operazione complicata ma sicuramente era necessaria per tornare al massimo e piano piano ora sto recuperando tono muscolare e lucidità!
Questa estate un piccolo pensiero di tornare in categoria lo avevi fatto? Se si cosa ti ha spinto a rimanere con questo gruppo?
Due anni fa avevo deciso di smettere di giocare perché semplicemente non mi divertivo più.Poi Briga mi ha chiesto di far parte di questo progetto e l’idea di ricostruire il San Giuseppe mi ha fatto tornare la voglia di mettermi in gioco e da allora non ho mai avuto la minima idea di lasciare questo gruppo!
Due settimane fa il rientro in campo, lunedì il gol della bandiera nella prima sconfitta stagionale. Quale pensi possa essere il tuo apporto alla squadra da qui in avanti?
Sono contento di aver messo minuti nelle gambe, come detto prima, piano piano sto riprendendo la condizione! Il gol mancava da tanto e sono felice sia arrivato; ora sono pronto per tornare a mettermi a disposizione del Mister per ripartire insieme alla squadra dopo questa sconfitta.
Nella passata stagione hai giocato sia da esterno alto sia da seconda punta, dove pensi di esprimerti al meglio?
Gioco dove decide il Mister, non ho preferenze, do sempre il massimo! Se proprio devo dirlo penso che quando tornerò al meglio potrei essere più utile come esterno, perché davanti la coppia Bullo-Rigato funziona alla grande!
Come ti sembra il campionato di Serie B in confronto alla passata stagione?
L’età media dei giocatori si è abbassata e il livello generale si è alzato per tutte le squadre. C’è più intensità nelle partite. Il campionato si sta già un po’ spaccando e noi dobbiamo essere bravi ad affrontare gli impegni al massimo senza sottovalutare nessuno!
Il tuo obiettivo personale del 2018?
Da piccoli si cantava in spogliatoio “forse un giorno domani chissà, San Beppi in serie A”.
Rimettermi in forma al più presto e contribuire alla vittoria del campionato è sicuramente il mio obiettivo.
Cosa pensi del lavoro della società in questi due anni? Quali sono secondo te gli aspetti da migliorare?
Dentro e fuori dal campo sono sempre presenti. Lavorano seriamente. Il viaggio a Budapest, mercato estivo, borse, tuta di rappresentanza , divisa nuova, tante serate e la mitica coperta di lana per la panchina.
Cosa si può chiedere di più?
Chiudiamo con una domanda prettamente personale: quando pensi di tagliarti i capelli?
So di non essere sostenuto dalla squadra in questa mia scelta, ma per ora non è in programma! Vedremo più avanti..
Vorrei approfittare per fare gli auguri a mia sorella Camilla che oggi compie gli anni!
Un saluto a tutti! Forza SGA!
Grazie Eli e ti aspettiamo al top della forma.